Caritas Italiana – Siria

In Siria la guerra, nel silenzio dei media, continua a uccidere da oltre 11 anni. È considerata La Siria la più grave crisi mondiale per numero di persone costrette alla fuga: più di 13 milioni sono coloro che sono fuggiti dal Paese o sono sfollati all’interno dei suoi confini. Circa 5,9 milioni degli sfollati interni hanno bisogno di soluzioni abitative sicure, mentre molti hanno ancora grandi difficoltà nell’accesso ai servizi di base, come l’istruzione e l’assistenza sanitaria.

Tuttavia, ci sono progetti di speranza che, come fiori, germogliano tenaci fra le macerie. Nel quartiere di Babtouma, situato nella città vecchia di Damasco, insieme a Caritas Siria si è inaugurato un Centro giovanile, aperto a ragazze e ragazzi, senza distinzioni di credo politico, religioso, di estrazione sociale.

Ed è proprio in questo Centro che prende vita l’intervento Come fiori fra le macerie: qui i giovani siriani grazie ai corsi di artigianato e di discipline artistiche locali, non solo vengono guidati in un percorso di formazione professionale, che consente loro di imparare un mestiere. Grazie a cicli di eventi sul tema della pace e riconciliazione, alle relazioni personali che si creano nello spazio protetto del Centro, vengono formati ai valori della convivenza civile, alla cura e al rispetto delle differenti identità: per ricostruire tramite l’arte e la bellezza, quel tessuto sociale lacerato dalla guerra.


Organizzazione

Caritas Italiana – Caritas Siria


Località

Siria – Damasco


Storie dal campo

Leggi le “Storie dal campo”


Sito web del progetto


Sostieni questo intervento