Engim Internazionale – Libano

A più di un anno e mezzo dall’esplosione del porto di Beirut, il Libano sta vivendo una crisi che va molto oltre le già catastrofiche conseguenze dello scoppio. La crisi è politica, economica, finanziaria e sanitaria. Una situazione così critica che è paragonabile ad uno stato di guerra o di conflitto.

La svalutazione cronica della lira libanese, pari al 90% del suo valore iniziale, ha effetti tragici sulla vita quotidiana della popolazione. Per l’ONU il 30% dei bambini libanesi non si nutre sufficientemente ed almeno metà della popolazione ha raggiunto la soglia della povertà, senza contare la situazione vissuta dai tantissimi rifugiati ospitati nel Paese. A causa della svalutazione della moneta, gran parte dei conti bancari e dei risparmi depositati nelle banche sono stati congelati e i libanesi devono sopravvivere con redditi capaci di sostenere solo un quinto dei bisogni alimentari minimi. La crisi si manifesta anche con la mancanza di elettricità, mettendo in difficoltà gli ospedali e il sistema sanitario, che soffre della ormai cronica scarsità di medicinali di base. Oltre ad una scarsità di combustibile senza precedenti che piega ogni mobilità compresa quella lavorativa.

L’Associazione opera in Libano dal 2014, con iniziative nel campo educativo formativo e dell’emergenza a favore di rifugiati e sfollati siriani. L’intervento è volto alla tutela dei diritti dei più fragili e vulnerabili affinché possano proseguire gli studi presso le scuole delle Suore della Carità di Santa Antida Thouret grazie al supporto di alcune borse di studio. Un contributo economico temporaneo a favore degli studenti non in grado di sostenere una retta, in modo tale che non solo sia garantita l’iscrizione scolastica, ma viene evitato l’abbandono scolastico e la conseguente crisi esistenziale nel settore educativo promosso dalle istituzioni cristiane libanesi.

Organizzazione

Ente Nazionale Giuseppini del Murialdo – ENGIM – Suore della Carità di Santa Antida Thouret


Località

Libano – Baabda cittadina a 6 km a Sud-Est di Beirut


Storie dal campo

Leggi le “Storie dal campo”


Sito web del progetto


Sostieni questo intervento