Celim Milano – Libano

Hasbaya è un Distretto del Libano meridionale, reso povero da anni di occupazione israeliana e dal 1978 è sotto la protezione della missione UNIFIL delle Nazioni Unite. Anni di guerra e di occupazione militare hanno destrutturato l’economia locale.

Ad Hasbaya si producono grandi quantità di olio, circa l’85% dell’attività rurale è legata all’olivicoltura, anche grazie al clima mite e a una terra adatta a questo tipo di prodotto agricolo. Tuttavia, una parte importante di olio rimane invenduto a causa della scarsa qualità del prodotto e degli alti costi di produzione che costringono i produttori a vendere l’olio di oliva a un prezzo poco competitivo e ciò ostacola l’accesso a nuovi mercati sia locali che internazionali. Inoltre, poiché l’olivicoltura rappresenta una delle principali attività agricole locali, essa ha un impatto sull’ambiente circostante. Gli scarti della lavorazione della filiera vengono infatti riversati nel fiume Hasbani inquinando le falde acquifere.

Migliorare, quindi, l’efficienza produttiva creando uno stabile accesso ai mercati e riducendo l’impatto ambientale. Sono questi gli obiettivi dell’intervento dell’Associazione, in collaborazione con Ingegneria senza Frontiere – Milano, e Chico Mendes e con i partner locali El Khalil Foundation e Lebanese Agricultural Research Institute.

In questo contesto, l’intervento punta al raggiungimento dell’efficienza produttiva per 500 olivicoltori in termini di rapporto qualità-costi di produzione, al conseguimento di uno stabile accesso al mercato interno ed estero e alla diminuzione dell’impatto ambientale dell’intera filiera. Grazie al raggiungimento di questi tre risultati si darà vita a una filiera efficiente e sostenibile dell’olivicoltura di questa area del Paese.

Organizzazione

CELIM Milano – Ingegneria senza Frontiere – Milano, Chico Mendes, El Khalil Foundation e Lebanese Agricultural Research Institute.


Località

Libano – Distretto di Hasbaya


Storie dal campo

Leggi le “Storie dal campo”


Sito web del progetto


Sostieni questo intervento